Le catasti come fonte di informazioni sulla residenza dei nostri antenati

Le catasti come fonte di informazioni sulla residenza dei nostri antenati

I catasti sono documenti di fondamentale importanza per chiunque voglia tracciare la propria genealogia, in quanto forniscono informazioni dettagliate sulla residenza e sulla proprietà dei nostri antenati. Questi documenti, infatti, contengono registri delle terre e delle proprietà immobiliari che erano di proprietà delle famiglie, registrati dal governo locale.

Il Catasto napoleonico, per esempio, fu introdotto in Italia ai tempi dell'Impero francese e produsse la più grande quantità di documenti catastali di ogni altra operazione catastale in Italia. Questi documenti furono registrati dal 1808 al 1812 e sono disponibili per la consultazione presso l'Archivio di Stato. Il Catasto Napoleonico fu uno strumento innovativo e moderno di gestione del territorio, in quanto la sua finalità principale era quella di stabilire il controllo del governo sul territorio e di assicurare una maggiore equità fiscale.

Il Catasto Napoleonico si divise in 4 categorie:
- Il Catasto Urbano, che contiene la mappa della città con il nome delle vie e gli edifici che si trovavano su di esse.
- Il Catasto Rustico, che riguardava tutte le proprietà rustiche, ovvero i terreni agricoli, i pascoli e i boschi.
- Il Catasto dei Decimari, che elencava le proprietà delle chiese cattoliche.
- Il Catasto dei Degnales, che era un registro dei diritti feudali.

Per cercare informazioni sulla propria genealogia nei catasti, è necessario conoscere il cognome della famiglia di cui si è alla ricerca e il paese in cui vivevano. I registri catastali solitamente indicano il nome del proprietario, la posizione della proprietà, la dimensione della terra e il valore stimato dell'immobile.

Inoltre, il Catasto Napoleonico è stato particolarmente utile per tracciare le proprietà di famiglie nobili e di proprietari terrieri importanti, come i marchesi e i conti. Questi documenti contengono anche i nomi dei proprietari dei terreni adiacenti, che possono fornire preziose informazioni sulla parentela tra le famiglie. Ad esempio, se il cognome della nostra famiglia compare accanto ad altri cognomi sul registro catastale, potrebbe essere un possibile indizio per stabilire la parentela tra queste famiglie.

Inoltre, a partire dal 1862, fu introdotto il Catasto generale del Regno d'Italia, che contiene informazioni simili al Catasto Napoleonico, ma con un formato più standardizzato e una maggiore precisione. Questo documento è disponibile presso gli Archivi di Stato e i Comuni.

Il Catasto generale del Regno d'Italia, infatti, forniva informazioni ancora più dettagliate sui proprietari terrieri e sulle loro proprietà. Oltre ai nomi dei proprietari, venivano indicati anche il numero di unità immobiliari e la loro descrizione. Queste informazioni possono essere particolarmente utili per ricostruire la genealogia di una famiglia e possono fornire preziose informazioni sulla distribuzione territoriale delle varie famiglie.

Ad ogni modo, è importante notare che i catasti non forniscono informazioni dettagliate sui membri della famiglia, come la data di nascita o il matrimonio. Questi documenti servono piuttosto come strumento di supporto per la costruzione di una genealogia più completa.

Inoltre, prima di iniziare una ricerca nei catasti è necessario conoscere il paese e la provincia in cui vivevano i nostri antenati. La ricerca può essere lunga e difficile, ma la consultazione di questi documenti può fornire informazioni significative e permettere di ricostruire la storia della propria famiglia.

In conclusione, i catasti rappresentano un'importante fonte di informazioni per la ricerca genealogica, poiché forniscono preziose informazioni sulla residenza e sulla proprietà dei nostri antenati. Attraverso questi documenti, è possibile ricostruire la storia della propria famiglia e scoprire le origini e la distribuzione territoriale dei membri della stessa. La consultazione dei catasti richiede pazienza e dedizione, ma può essere estremamente gratificante per chiunque voglia approfondire la propria conoscenza della genealogia.